Obama Euro Sionism Democracy Copyright Subscribe to RSS
  • Nazismo e Occultismo

    La presente analisi porterà forse i nostri lettori a prendere conoscenza di quest'opera che svela l'azione della Gnosi nella storia contemporanea. Ma la nostra recensione sarebbe...

  • L'imminente Terzo Grande Conflitto

    Il sistema finanziario europeo e transatlantico sono sul punto di rottura e la monarchia britannica non è riuscita finora a premere sul grilletto...

  • La guerra psicologica del Tavistock

    Il Tavistock Institute ha originato il bombardamento di massa sulla popolazione civile tedesca ordinato da Roosevelt e da Churchill, come mero esperimento di terrore di massa...

  • La realtà Sionista

    Anche se il sionismo è commercializzato come "nazionalismo ebraico" questo è un ossimoro, perché il nazionalismo è una forma organica che si distingue per la tutela...

  • La Massoneria moderna

    Una parabola ermetica può avere fino a sette significati distinti per gli Adepti di livelli elevati. E' sufficiente dire che la vergine trovata in così tante religioni misteriche antiche...

Vox Insana  /  12.4.14
Sono ormai in molti a chiedersi se siamo in guerra ovvero ai suoi albori. Per rispondere alla domanda, dovremmo tornare indietro nel tempo e - più precisamente - alla fine del secolo XIX per comprendere che il peggio deve ancora arrivare. Il "Terzo Grande Conflitto" che riguarderà tutto il mondo, fu già programmato in una lettera scritta dagli Illuminati il 15 agosto 1871, oggi conservata al British Museum di Londra.

Non è l’unica di un fitto carteggio tra due alti dignitari degli Illuminati, ma è quella che stabilisce il modo di procedere per la provocazione di tre guerre mondiali che avranno lo scopo ed il risultato di iniziare una nuova epoca, un nuovo mondo ed un nuovo ordine mondiale.

I due alti dignitari che fomentavano cospirazioni attraverso un fitto carteggio, erano Albert Pike e Giuseppe Mazzini. Il primo - autore della lettera - oltre che agli Illuminati, apparteneva alla Massoneria. Il secondo - Illuminato anche lui - fu tra i padri del Risorgimento italiano e membro della Carboneria.

Albert Pike, fondatore del Ku Klux Klan, fu generale dell’esercito confederato durante la guerra civile americana. All’interno della Massoneria - precisamente quella di rito scozzese - raggiunse il grado di Sovrano Ispettore Generale degli Stati Uniti che ricoprì dal 1859 sino alla morte.  I suoi legami con le società segrete e l’esoterismo, non finivano qui. Autore del testo di filosofia massonica Morale e Dogma della Massoneria, si ritiene fosse in rapporto con la società segreta dei Comuneros, a cui apparteneva anche Mazzini.

Giuseppe Mazzini fu uomo politico che, conseguita la laurea in legge, si consacrò al movimento risorgimentale che premeva per l’unità d’Italia e la fine di qualunque dominazione straniera. Fu a capo di movimenti repubblicani che si opponevano all’assolutismo monarchico della Restaurazione. Nel 1827 entrò nella società segreta dei Carbonari, partecipando con loro al fallimento dell’insurrezione del 1831. Imprigionato ed esiliato in Francia, nello stesso anno fondò la Giovine Italia, un movimento rivoluzionario represso dalla polizia piemontese l’anno seguente. Espulso dalla Francia, si stabilisce definitivamente a Londra, dove nel 1834 fonda, assieme ad altri giovani nazionalisti esiliati, la società segreta chiamata Giovane Europa (sic!), con l’obiettivo di creare un movimento rivoluzionario capace di unire tutta l’Europa in una confederazione di repubbliche.

Il grande interesse di questa lettera, è proprio circa le indicazioni concrete di Pike su cosa e come fare per raggiungere gli obiettivi degli Illuminati:

scatenare tre guerre mondiali per propiziare un nuovo ordine mondiale che avrà come risultato, la fine di una visione del mondo fondata sul pluralismo e la democrazia.

Idee comuniste progressiste che si stanno trascinando fino ai giorni nostri.

Inoltre, Pike “prevede” nella sua lettera che molte nazioni si esauriscano “fisicamente, mentalmente, spiritualmente ed economicamente“.

E’ proprio ciò che sta accadendo nel periodo contemporaneo: crisi indotte sociali ed economiche, assurdi conflitti nei paesi arabi, povertà, emarginazione ed immigrazione. Per non parlare delle azioni propagandistiche assolutiste, volte ad un livellamento mentale delle masse al pensiero unico stile Kulturbolschewismus.

E’ davvero preoccupante che tutto ciò sia stato ordito alla fine del secolo XIX da agenti della cospirazione che vogliono provocare il caos a livello mondiale - peraltro - riuscendoci perfettamente.

Una catastrofe già scritta da quasi ben 2 secoli.

Perché la monarchia britannica ha il bisogno urgente di una guerra mondiale
Un funzionario dell'intelligence americana avverte che il sistema bancario privato europeo centrato nell'Inter-Alpha Group avrà ben presto bisogno di 5 migliaia di miliardi di euro a interessi zero, per evitare il crac. La fonte commenta in questo modo la notizia della richiesta delle banche europee alla Banca Centrale Europea (BCE) di un migliaio di miliardi di euro in forma di prestiti entro la fine di febbraio.

La BCE, tramite il sostegno segreto e illegale della Riserva Federale americana, sta gestendo un carry trade europeo, offrendo prestiti a tassi quasi nulli alle banche, in modo che queste possano scorazzare in giro e comprare pezzi dei debiti statali al tassi del 5-7 per cento o più. I "profitti" vengono contabilizzati dalle banche per mascherare la propria bancarotta.

La fonte spiega anche che molto del debito sovrano che le banche acquistano non potrà essere pagato. Il Portogallo, la Spagna, l'Italia e l'Irlanda sono sulla stessa barca della Grecia. Si stima che il debito portoghese sarà onorato in ultima analisi ad un valore non superiore al suo 30 per cento e il debito spagnolo ad un valore non superiore al 40 per cento. Per quanto riguarda il nostro debito italiano, non si possono fare previsioni.

La fonte mette in risalto il fatto che la richiesta di un migliaio di miliardi di euro non è che una frazione di ciò che le banche necessiteranno nei prossimi mesi e che abbiamo raggiunto un punto di "esplosione iperinflattiva" che non può essere ulteriormente ritardata. La soglia dell'esplosione è stata superata già qualche anno fa, conclude la fonte, e si tratta di aspettare soltanto qualche settimana o al massimo qualche mese per assistere alla detonazione del sistema.

Ragionando su questa valutazione, venerdì scorso Lyndon LaRouche ha indicato in questa situazione la ragione per cui la monarchia britannica non può ritardare oltremodo il suo piano di innesco di una guerra termonucleare coinvolgente gli Stati Uniti, la Russia e la Cina. Già la loro agenda, commenta LaRouche, è stata scartata a causa delle iniziative di prevenzione del conflitto bellico intraprese dagli Stati Maggiori Riuniti degli Stati Uniti, dalla Russia, dalla Cina e da altri protagonisti sulla scena mondiale. Il sistema finanziario europeo e transatlantico sono sul punto di rottura e la monarchia britannica non è riuscita finora a premere sul grilletto, sperando nella loro disperata opzione di salvare un sistema che potremmo chiamare Quarto Impero Romano.

Vox Insana  /  6.4.14
In apparenza il sionismo è un movimento ebraico ‘nazionalista’ creato nel corso del 1800. Il suo obiettivo era stabilire una patria ebraica in Medio Oriente. Questa causa si è materializzata nella creazione dello stato di Israele nel 1948 dopo la fine del dominio britannico, realizzando le promesse della Dichiarazione di Balfour. Tuttavia, questo è solo ciò che vogliono farci vedere e credere. ‘Il sionismo’ ideologico è un’entità molto più astuta e illusoria.

"Roma e Gerusalemme. L'ultima questione nazionale" pubblicato nel 1862, è un libro pubblicato da Moses Hess nel 1862 a Lipsia. Hess diede l'impulso iniziale al movimento del Sionismo socialista. Nella sua opera sosteneva il ritorno degli ebrei nella Terra di Israele e proponeva uno Stato socialista in cui gli ebrei si sarebbero ruralizzati attraverso un processo di "redenzione del suolo".

Hess è descritto come un “ebreo socialista” e lavoró a stretto contatto con il suo studente ebreo Karl Marx, che appena 14 anni prima pubblicava "Il Manifesto del Partito Comunista" (1848). Marx era un membro della Lega comunista, un’organizzazione di lavoratori emigrati dalla Germania - con base a Londra - e di cui era diventato il principale teorico. Fu solo nel 1896 che Theodor Herzl pubblicò il libro "Judenstaat", in cui veniva sostenuta la creazione di uno "stato ebraico" motivando i sionisti ebrei a emigrare o salire (Aliyah) in Israele. Cupamente ironico considerato che lo Stato di Israele - una terra non più grande del Galles - sia ‘salito’ attraverso menzogne ​​e inganni a governare il mondo.

Herzl riuní il primo congresso sionista a Basilea nel 1897, dove - si sostiene - siano stati redatti i verbali segreti più noti come i "Protocolli dei Savi di Sion". Questo documento descrive un presunto piano per il dominio del mondo da parte dell’ebraismo internazionale. I più famosi personaggi pubblici che hanno promosso la loro conoscenza, come Henry Ford, hanno dichiarato che non sono interessati all’autenticita dei documenti, ma piuttosto a sollecitare una revisione critica di eventi storici che sono accaduti, confrontandoli con i Protocolli.
Molte risposte si trovano con il manifestarsi, nel 1948, dello stato canaglia chiamato Israele garantendosi un massiccio sostegno economico-politico dai paesi europei e nordamericani. Tuttavia la sua creazione è stato un atto illecito. La Palestina era terra sovrana (da consegnare al popolo ebraico), di conseguenza, vi è ora una tribù di gente che occupa la terra palestinese chiamandola ‘Israele’. Apparentemente sembra una sorte di protettorato americano-europeo. Eppure, proprio come nel 1948 e in altri eventi significativi della Dichiarazione Balfour, è la lobby ebraica infiltrata all’interno dei governi occidentali bianchi che alza la voce quando si tratta di interessi “nazionali”. "Tutto passa in secondo piano ogni qualvolta ci si trova ad affrontare questioni sul cosiddetto Stato Ebraico”.

La motivazione principale della guerra in Iraq, secondo George W. Bush, Tony Blair, e dei loro sostenitori in patria e all’estero, era che l’Iraq stava sviluppando armi di distruzione di massa. Ovviamente nessuna arma di distruzione di massa é stata trovata in Iraq, e solo dopo l’invasione USA-UK & co., si è appreso che gli ebrei neoconservatori spingevano al rovesciamento dell’Iraq prima ancora dell’insediamento dell'amministrazione Bush. Una storia molto simile a quella attuata in Afghanistan.

Bruce Riedel fu il principale consigliere di Barack Obama sulla guerra in Afghanistan. Questo signore, dal curriculum di tutto rispetto, è impiegato in una think tank finanziata dal servizio segreto israeliano ebraico (Mossad), e gestita da un israeliano amico di Ehud Barak e Shimon Peres. Riedel dichiarò candidamente; "Che la guerra in Afghanistan" - la guerra in cui ancora una volta i nostri figli vengono usati come carne da cannone - "sia la guerra di Obama per Israele."

Nel 1975 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approva una risoluzione che giudica il sionismo come “una forma di razzismo e di discriminazione razziale”. Lo stesso giorno, il 10 novembre 1975, l’ambasciatore israeliano Chaim Herzog ha dichiarato che la risoluzione era “Un’altra manifestazione dell’amaro odio antisemita, l’odio antiebraico (…) Per noi, popolo ebraico, questa risoluzione basata sull’odio, la menzogna e l’arroganza, è priva di qualunque valore morale o legale. Per noi, popolo ebraico, questo non è altro che un pezzo di carta e noi dobbiamo trattarlo come tale.” Concludendo il suo discorso, Herzog strappò la risoluzione dimostrando così che le decisioni delle Nazioni Unite non si applicano alla eterna ‘vittima’ Israele.

Questo deve essere il motivo per cui la risoluzione è stata abrogata nel 1991. Nella storia delle Nazioni Unite è l’unica risoluzione revocata. Se offendi un Ebreo, sei antisemita. Tocca leggermente Israele e rischi di offendere una nazione di “vittime”. Anche nel sottolineare la criminalità dell’ebraica Israele si rischia l’etichetta di ‘antisemita’.

Oggi i Sionisti Ebrei giocano su una storia piena di sgomberi forzati, usandola come piattaforma per le loro grida di "persecuzione". La storia vede questa tribù succhiare il sangue alle nazioni in periodi di pieno sviluppo economico così come fece la famiglia Rothschild con un'enorme atto criminale di insider trading, alla vigilia della vittoria di Wellington. Questi non solo hanno derubato la Gran Bretagna della sua ricchezza e reso Nathan Rothschild un ricco sfondato, ma l'ha resa schiava degli ebrei Rothschildiani.  
Anche se il sionismo è commercializzato come "nazionalismo ebraico" questo è un ossimoro, perché il nazionalismo è una forma organica che si distingue per la tutela e la conservazione della propria gente; il sionismo invece (nato da nomadi), è l’ideologia del furto e della manipolazione per il guadagno personale. Il fallimento Bianco nel chiedere, porta alla complicità nell’illusione ebraica sionista e in particolare alla mentalità da ‘vittima’ quando si tratta del cosiddetto "Olocausto".

In realtà le vittime ebree durante la Seconda Guerra Mondiale formavano una minoranza; il numero esatto degli ebrei che morirono direttamente come conseguenza é difficile da accertare e l’argomento è stato dibattuto animatamente sin dalla fine del XX secolo tra i diversi gruppi di storici. Le cause delle morti sono state numerose; alcuni sono morti in azione di combattimento in tutti gli eserciti, gli altri sono morti in bombardamenti. Inoltre i comunisti ebrei rappresentavano una minaccia per la sicurezza tedesca ed essendo internati in centri di detenzione amministrati dai tedeschi, forse morirono per fame o malattia (in particolare il tifo), quando gli alleati tagliarono le rotte di approvvigionamento. 

I media sionisti ebrei manipolano costantemente questa ultima istanza in un mantra ‘intoccabile’. Secondo l’opinione diffusa l’Olocausto è stato il genocidio di circa sei milioni di ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. Naturalmente, anche se presumendo che il peggio sia vero e accettando il 6 milioni come numero corretto, le vittime di queste cosiddette atrocità tedesche sarebbe comunque di gran lunga inferiore al numero di civili tedeschi, giapponesi e italiani che perirono per mani alleate. Il semplice fatto è che ci sono tutte le ragioni per credere che una contabilità finale deve discolpare la Germania di qualsiasi disumanità unica nella conduzione della guerra mondiale. Eppure, anche quando la targa di Auschwitz, in origine recante il numero di 4 milioni di morti, è stata sostituita con una targa più piccola, con 1,5 milioni, il ‘sacro’ 6 milioni non è diminuito. Incredibilmente il ‘sacro’ 6 milioni è stato utilizzato prima della fine della Grande Guerra.

Tutto sommato se l’uomo Bianco la smettesse di stare in ginocchio, la semplice risposta al grido di ‘Olocausto’ è l’Holodomor, una carestia artificiale istigata da macellai ebrei bolscevichi. La perdita di vite umane è stata indicata ovunque tra 7 / 7.500mln, anche se si sono ipotizzate cifre vicino ai 10 mln. di morti. Il grano ucraino riempiva silos enormi per essere venduto a livello internazionale, mentre il granaio d’Europa moriva di fame. L’Ucraina ha sperimentato 3 tipi di carestie Holodomor che hanno portato al picco di 16,5 milioni. Il principale fattore che contribuisce in ogni caso, erano le “requisizioni” alimentari dalle autorità bolsceviche ebree, che hanno lasciato la popolazione senza grano sufficiente per sostenersi. Dalla fine degli anni ‘80 la centralità delle politiche di approvvigionamento di grano dei bolscevichi ebrei è stata riconosciuta come la ragione delle carestie genocide del 1921-3, 1932-3 e 1946-7. 

É anche importante notare che la carestia ucraina del 1946-7, è stata contemporanea ai processi di Norimberga. Qui abbiamo rivendicazioni contro la Germania dei crimini di guerra “oscuri sgradevoli e violenti”. Nel frattempo, i bolscevichi ebrei stavano commettendo massacri di massa contro l’Ucraina Bianca. Non c’erano solo queste carestie dell’Holodomor come omicidio per fame, ma anche la pratica del regime bolscevico ebreo di torturare pubblicamente i leader della comunità.

Ciò che è ancora più affascinante è che il Comitato ebraico ucraino ha suggerito che i materiali “dell’affare Holodomor” vengono utilizzati per scopi politici. Ironico, considerando che la loro tribù ha politicizzato il blockbuster ebreo di Hollywood per quasi 70 anni! E questo è solo un microcosmo della sofferenza e della morte che i Bianchi europei hanno sopportato sotto il governo bolscevico ebreo. Stime prudenti collocano il massacro di massa e il lavoro forzato nei gulag del regime bolscevico ebreo a 40-50 milioni di vittime, anche se le stime parlano di 60 milioni. Pare che i Bianchi devono realmente credere che 1 milione (immaginario) di ebrei valga 10 milioni di bianchi.

In questo momento ogni nazione è in una situazione in cui il suo esercito é "dirottato" dalle organizzazioni ebraiche delle Nazioni Unite tramite la lobby ebraica americana o l’Unione europea ebraica. Un paese non dovrebbe piú avere un esercito sovrano, ma essere parte di un vasto super-esercito. Eppure, nessun popolo è in lotta a difesa dei propri interessi o la propria sopravvivenza. Vi è un solo popolo la cui guerra è costantemente combattuta da "tiranni" che usano i nostri figli come carne da cannone in difesa del popolo di Israele.


Vox Insana  /  4.4.14
Negare l'art. 21 e la libera ricerca storico-scientifica finalizzata alla revisione di eventi storici. Anche in Italia ci sarà il carcere per i revisionisti ossia gli studiosi di storia contemporanea non conformi al sistema, che approfondiscono tematiche relative al presunto sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale.

Roma, 5 Aprile 2011: Su decisione dell’Unione Europea, ogni Paese dovrà inserire nel proprio ordinamento giuridico una legge che punisce chi nega l’Olocausto. Lo ha annunciato trionfante il sito ebraico italiano Shalom.it, che cerca di giustificare in una lunga intervista con l’avvocato Roberto De Vita, l’assurda legge bavaglio che di fatto impedisce agli storici, agli studiosi e gli intellettuali di studiare e di poter esprimere apertamente l’esito dei propri studi sul secondo conflitto mondiale e sul fenomeno che nella storia scritta dai vincitori della guerra venne denominato Olocausto.

È degno di nota che i paesi occidentali hanno sempre sostenuto di avere una civiltà libera e con la scusa della libertà dell’espressione hanno reso un’abitudine persino le offese e gli insulti a Dio, ai profeti ed alle sacralità delle diverse religioni.

A quanto pare l’Olocausto è per questi paesi ancor più sacro di Dio, o in altre parole l’unica cosa rimasta sacra. Negli ultimi anni diversi studiosi di fama mondiale sono stati perseguitati e sbattuti in galera per aver messo in dubbio la versione ufficiale dell’Olocausto.

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha definito vergognoso un simile atteggiamento. Nel 2006 ha ospitato a Teheran una inedita conferenza internazionale che ha ospitato tutti gli studiosi indipendenti dell’Olocausto e persino gruppi di ebrei come i Neturei Karta, critici nei confronti delle politiche del regime israeliano. Fonte

"Nelle nostre evolute società troppe forme anche se ambigue e mascherate di razzismo e antisemitismo sono ancora presenti, anche se in ambiti limitati, ma non per questo meno insidiosi. Negare tendenziosamente la verità e minimizzare una delle più grandi tragedie umane del nostro tempo non è tollerabile. Anzi, deve essere perseguibile". Parole dell'ex presidente del Senato Renato Schifani presentando il disegno di legge che vuole introdurre il reato di negazionismo, in occasione del 69esimo anniversario della deportazione di 1024 ebrei dal Ghetto di Roma.

"Il ddl presentato al Senato", affermò Schifani, "vuole uniformare l'Italia alle normative di altri Paesi europei nel contrastare ogni forma di negazionismo del fenomeno di genocidio degli ebrei e delle altre minoranze etniche, e favorire una maggiore cooperazione giudiziaria. Perchè negare ciò che è stato ieri costituisce una minaccia per il nostro futuro".

L'ex presidente del Senato avvertì, infatti, che "il vuoto di ragione e umanità che determinò l'orrore di allora, può ancora ripetersi". Schifani si impegnò, infine, affinché l'approvazione del disegno di legge avvenisse in tempi brevi. Fonte

Monti: sì a leggi contro il negazionismo (poteva mancare Monti?)

"L'antisemitismo non è debellato: non vi lasceremo soli. Sosterremo le iniziative legislative in Parlamento contro il negazionismo". Parole di Mario Monti al Ghetto in occasione della commemorazione della deportazione degli ebrei romani.
- Pag. 26, Corriere della Sera del 17 Ottobre 2012 -

"Dobbiamo introdurre questo tipo di reato anche in Italia come già accade in Francia, Germania e Austria, perchè abbiamo avuto una parte di storia molto brutta come il fascismo, e per questo dobbiamo sostenere con forza una proposta del genere che faccia diventare reato il negazionismo". 
- Renata Polverini 19 ottobre 2010 -

Negazionismo: Castellino (Il popolo di Roma):
"Il Popolo di Roma raccoglie l’appello, o meglio il grido di rabbia e di dolore, della Comunità ebraica romana e si schiera, senza se e senza ma, contro ogni forma di razzismo, discriminazione e negazionismo. Negare la tragedia dell’Olocausto, la sofferenza del popolo ebraico, la deportazione e lo sterminio di milioni di persone, tra cui moltissimi nostri concittadini, è un offesa alla memoria della Capitale”. 
- Roma, 18 ottobre 2010 -

Shoah: Gianfranco Fini a Riccardo Pacifici - "Impegno per legge contro negazionismo".
L'ex presidente della Camera Gianfranco Fini inviò una lettera al Presidente della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, per manifestare il proprio sostegno circa i contenuti dell'appello pubblicato su Repubblica. Il presidente Fini, si leggeva in una nota, si impegna altresì "a sensibilizzare i Gruppi parlamentari affinchè possano assumere al più presto, provvedendo al contempo a richiederne la calendarizzazione, ogni iniziativa legislativa volta a contrastare gli irresponsabili profeti del negazionismo".
- Ansa - 15 ottobre 2010 -

La storia è questa: VIETATO discutere.

C’è revisione e revisione.
Alcune sono obbligatorie, altre sono legali, altre ancora sono un diritto, una è proibita.

Revisionare l’automobile è obbligatorio. Perché?

La revisione è un controllo che si effettua per vedere se è tutto ok. Se la macchina funziona come il giorno in cui l’abbiamo comprata, non ci sono problemi. Se nel corso del tempo si sono verificati problemi o malfunzionamenti, la revisione servirà per correggerli.

In questo caso la revisione è cosa buona.

Revisionare una condanna è un diritto. Perché?
Se ad esempio una persona viene processata, giudicata colpevole d’omicidio e messa in carcere, potrà sempre avere diritto ad una revisione penale nel caso in cui, finito il processo, vengano fuori nuovi elementi che scagionano il presunto omicida.

Anche in questo caso la revisione è cosa buona. Revisionare un fatto storico è legale.

Tutti sanno che Nerone ha bruciato Roma ma ultimamente alcuni storici stanno mettendo in dubbio questo dato perché sono venuti alla luce nuovi indizi che rimetterebbero in discussione l’avvenimento storico per come lo conosciamo. Il racconto delle fonti antiche deve essere interpretato tenendo conto del loro carattere ostile all’imperatore: gli autori citati [che puntano il dito contro Nerone] appartengono infatti per la maggiore parte all’aristocrazia senatoria, contraria alla politica di Nerone, che favoriva invece i ceti popolari e produttivi.

Anche in questo caso la revisione è cosa buona, per chi, come me, ha a cuore la verità.

Ora: vi immaginate cosa succederebbe se qualcuno volesse impedirci di revisionare l’automobile?…E se qualcuno non volesse revisionare la condanna di un presunto omicida? Magari penseremmo che quel qualcuno sia implicato nell’assassinio, che magari sia un complice del vero omicida o che magari sia lui stesso il criminale.

E se qualcuno si mobilitasse per zittire tutti gli storici che revisionano l’operato di Nerone? Penseremmo che queste persone abbiano interesse a far passare Nerone come unico colpevole, che, in qualche modo, abbiano da guadagnare qualcosa supportando una versione dei fatti che non corrisponde al vero.

Insomma; è lecito pensare che chiunque si opponga a qualsiasi forma di revisionismo, abbia qualcosa da nascondere.

Se una persona è sicura della propria versione dei fatti, accetta di buon grado qualsaisi tentativo di revisione. Io non ho mai ucciso nessuno ma se qualche malato di mente volesse provare il contrario, beh, si accomodi, non essendo io un assassino non ho nulla da nascondere e uno studio approfondito della mia storia passata non potrà che confermare la mia innocenza.

Purtroppo non tutti la pensano allo stesso modo, anzi, incredibilmente, quelli che scrivono sui giornali nazionali, la pensano tutti al contrario. Fu caricato su Youtube, un documentario opera di alcuni ragazzi italiani. Nonostante il video fosse stato visto solo da  304 persone, come scrive l’ANSA, tutta la stampa italiana si è mobilitata contro tale scempio…"Wissen Macht Frei", questo il titolo del video documentario che significa "La conoscenza rende liberi". L’argomento trattato era l’Olocausto.

A leggere l’articolo di Repubblica sembrerebbe che gli autori siano tutti neonazisti. In realtà non è così: il documentario riporta documenti video di autori ebrei e rimane difficile credere che degli ebrei siano neonazisti.

Repubblica scrive anche: "Il documentario cerca di confutare, invano (senza cioè fare riferimento a documenti ufficiali) quella che è la tesi ufficiale".

Io non so che documentario abbia guardato l’autore dell’articolo ma quello che ho visto io, dopo aver letto l’articolo di Repubblica, è pieno zeppo di documenti, documenti che farebbero venire dei dubbi a chiunque. 

NB: il documentario non nega che Hitler sia stato un criminale, non nega che gli ebrei siano stati deportati, privati dei loro diritti e che siano stati costretti a vivere condizioni disumane. Il documentario non vuole in nessun modo rivalutare la politica nazista o auspicare un ritorno al passato. Il documentario è solo un insieme di documenti storici che mostrano gli avvenimenti sotto un’ottica diversa.

Al contrario dei giornalisti del sistema che criticano un documentario e non danno la possibilità ai propri lettori di visionarlo per farsi una propria idea. Ovviamente il video non è più disponibile.

Daniele Di Luciano

Vox Insana  /  31.3.14
Il seguente scritto contiene qualche fraseologia che potrebbe apparire incomprensibile per i lettori che non hanno familiarità con i molteplici significati e gli stili allegorici mediante i quali i custodi dei “Misteri” hanno sempre codificato la loro conoscenza. Ma dal momento che questo documento tratta i Massoni, deve essere necesariamente costruito così come è. Altri hanno scritto grandi volumi, decifrando i messaggi all’interno di antichi miti folkroistici e religiosi. 

Una parabola ermetica può avere fino a sette significati distinti per gli Adepti di livelli elevati. E' sufficiente dire che la vergine trovata in così tante religioni misteriche antiche rappresenta il grembo dei Misteri. I Salvatori crocifissi, dei quali ce ne furono almeno 16 antecedenti al Cristianesimo, rappresentano gli stessi Misteri, che vengono continuamente distrutti o danneggiati dai tiranni, ma che, grazie agli sforzi della Fratellanza Segreta, sono conservati e resuscitati. E gli stessi Misteri sono la conoscenza dei più profondi segreti della natura, delle sue funzioni e delle sue leggi.

Io dico agli odierni Massoni, le vostre logge, che una volta erano templi sacri per la conservazione di Sophia, la Vergine della Sapienza, ora prendono parte ad un nuovo Ratto di Persefone. Tra i pilastri venerabili di Jachin e Boaz, i veli di Iside sono ora macchiati di sangue innocente, nascondendo invece il tradimento dei Misteri della Natura.

I tre Grandi Maestri di Gerusalemme sono diventati l’avidità dei mercanti, i sofismi degli avvocati e la ricerca del potere. Jubela* con un calibro, Jubelo* con una livella e Jubelum* (***) con un maglietto, sparsero il sangue del Maestro Costruttore sui sette passi sacri. Il sangue di De Molay e dei Templari, di Bruno, di Bacon, degli innumerevoli ed ignoti martiri dai secoli passati, piange la contaminazione delle loro fatiche e la perversione dei loro sogni. La “Nuova Atlantide” di Sir Francis Bacon (cioè l’America) ha partecipato alla mutilazione e all’assassinio di 200 milioni di mortali in guerre senza fine da un capo della terra all’altro, distruggendo l’integrità di ogni razza, nazione e cultura, sterminando la razza Bianca Ariana. I suoi sogni divennero un incubo. La Zampa del Leone non innalza più la più alta creazione della Natura, ma invece aiuta il falso Sion nel bastardizzare e distruggere la razza Ariana. La prima legge del Grande Architetto, “il simile va con il proprio simile” viene derisa.

Il Tempio non è più noto come allegoria e simbolismo per la “Grande Opera” dell’ “uomo perfezionato”, quell’opera che è un equilibrio armonioso di ragione ed istinto nell’uomo Ariano. Per questo motivo oggi artigiani ignoranti insegnano ai loro bambini la ragione dei computer e la negazione dell’istinto per la conservazione razziale. I ruscelli della saggezza dal trono di Lucifero sono divenuti fiumi di distruzione provenienti dall’Ersatz Israel. All’interno della Grande Piramide il Maestro della Casa dei Luoghi Nascosti piange per i figli delle vedove che non conoscono nè cercano la Parola Perduta.

Non sanno i Maestri Massoni che Salomone e le sue dodici tribù di Israele e Gesù con i suoi dodici apostoli, sono allegorie per il Sole? Non sanno che quando i Cristiani dicono “Amen” pregano il Dio Egizio del Sole “Amen Ra”? Non sanno più che Jachin e Boaz sono gli Obelischi che una volta sorgevano all’entrata del Tempio di Amon Ra? Non sanno più che la Grande Piramide è il più grande di tutti i templi? Non riescono a decifrare la codificazione ermetica nelle 74 parole dei versetti 2:9 e 3:9 della Rivelazione, le quali identificano la tribù razziale-religiosa che domina tutte le nazioni un-tempo-Bianche e che ha condannato la razza Bianca Ariana a morte?

Gli “Artigiani” odierni dissacrano la memoria dei loro antenati. I Veri Massoni, custodi dei Misteri, scrissero la Dichiarazione di Indipendenza Americana e gli Articoli della Confederazione che, sebbene imperfetti, riflettono il loro desiderio per la libertà e il loro timore del governo. I loro sogni furono presto sovvertiti quando gli Ebrei Illuminati si infiltrarono nelle maggiori logge della Massoneria. E' da oltre 200 anni che l’Arte ha servito la falsa Sion, non essendo a conoscenza di ciò che fanno.

I Veri Massoni costituirono la religione Mormona che originariamente era razzialmente esclusiva ed predicava la poligamia. Ma il governo Americano, assassino delle razze, con gli “Artigiani” apostati e ignoranti, perseguitò i Mormoni finché anche loro accettarono l’apostasia, il multi-razziale e la monogamia. I giudici Federali, Statali e locali, gli avvocati, i procuratori, i poteri della polizia, gli ufficiali militari, i commercianti e i politici usano l’arte, i segnali, i contrassegni e i segreti un tempo sacri per promuovere avidità, interesse personale e ingiustizia. I tribunali sono pieni di spergiuro, falsa testimonianza e ingiustizia e i Massoni ne sono complici. Il Tempio è divenuto uno spirito immondo.

Il Creatore diede gli istinti della separazione, degli imperativi territoriali, dell’auto-conservazione di ogni razza e specie. L’integrazione razziale e l’inevitabile mescolanza che ne consegue, distruggono ciò che il Creatore ha formato. Deve morire ora la razza di Edison, di Ford, di Bacon, di Shakespeare, di Bell, di Galileo e via dicendo perché i figli dei figli della vedova hanno disonorato i loro antenati? I predecessori della Massoneria Speculativa, i Guardiani dei Misteri, fecero grandi sacrifici, anche l’ultimo sacrificio, per combattere la religione del male proveniente da Giudea e da Roma che da un millennio aveva trasformato tutta l’Europa in un gigantesco campo di schiavi. Ma i Massoni odierni hanno barattato la schiavitù del Giudeo-Cristianesimo con il genocidio (l’assassinio della Razza Ariana) dalla Giudeo-America. La nuova Massoneria è una nuova eresia, correttamente chiamata Giudeo-Massoneria. Sul Gran Sigillo degli Stati Uniti, posto sul retro di una banconota da un dollaro, sotto l’aquila, vediamo che le tredici stelle pentacolari, rappresentanti i singoli stati americani, si riuniscono fino a formare un’esagramma o Stella di David, usato dalla tribù che possiede e controlla le nazioni un-tempo-Bianche. Il simbolismo è chiaro, ovvero che gli Stati Uniti sarebbero stati usati per costruire l’impero Sionista mondiale, e questo è precisamente ciò che è accaduto. Il Pentagono, non a caso, è diventato il dipartimento di polizia di quell’impero, e l’America è diventata una viaggiante macchina omicida bianca, rossa e blu, senza eguali in termini di efficienza e brutalità a causa anche della prima testa della bestia, il Giudeo-Cristianesimo.

Quindi, in quest’epoca di incubi tecnologici e vuoto spirituale, non solo vediamo Prometeo di nuovo crocifisso sul Monte Caucaso, ma anche la razza Ariana (qualcuno la chiama Caucasica) crocefissa sul Monte Sion. I seguagi della New Age pervertono gli antichi Misteri con dottrine infantili di Amore Universale, negando che il Creatore creò i leoni per mangiare gli agnelli e la vita per essere lotta. I maestri venerabili trasformano le logge in pozzi di iniquità e ignoranza.

Scritture contro-natura sono state chiamate sacre scritture. La propaganda è stata chiamata storia. Cattivo è chiamato buono. Il voto è una frode controllata dalla propaganda dei media e dai programmatori di computer. L’ingiustizia è ora legge. Il genocidio è canonizzato, e la resistenza all’assassinio della razza Ariana è stata chiamata “ODIO”. Per almeno alcuni dei padri fondatori dell’America il loro intento era quello di unire le tribù Ariane provenienti dall’Europa nella pace e nella cooperazione. La finanza internazionale aveva altre idee. Per loro “E Pluribus Unum” e “Novus Ordo Seclorum” sul gran sigillo degli Stati Uniti significavano meticciare e disruggere la razza Ariana attraverso l’integrazione e la mescolanza.

Alcuni degli Adepti nei Misteri, che scrissero molto del Vecchio Testamento, intendevano costruire una religione razzialmente esclusiva per la conservazione delle tribù Ariane. Loro erano consapevoli del fatto che gli Ariani, che un tempo regnavano incontrastati dall’India settentrionale al Circolo Artico, dalle Isole Britanniche al nord d’Africa, perirono mescolandosi razzialmente. Le dodici tribù di Israele erano molto probabilmente mitologia usata per rappresentare le tribù Ariane. La prova che gli ebrei odierni non hanno alcun collegamento con le rappresentazioni del vecchio testamento non è un segreto per una mente logica: la cittadinanza nella storia israeliana del Vecchio Testamento era patriarcale (passava attraverso il padre), mentre i moderni Ebrei tracciano la cittadinanza attraverso la madre.

Gli uomini di intelletto dovrebbero riconoscere che le tribù di Israele del Vecchio Testamento sono allegoria, parabola, mito e forse profezia o piano, usando un’impostazione storica. Non è storia, di per se. Inoltre, l’uomo saggio riconosce che le scritture e gli scrittori della bibbia furono sotto il controllo e lo scrutinio dei tiranni Judeo-Romani per quasi 2.000 anni. Così come ora, solo gli adepti qualificati che capiscono il sistema di codificazione segreto dovrebbero avere la presunzione di insegnare la bibbia. Lo studioso onesto sa che il messaggio palese del Nuovo Testamento, dà vita ad una religione da schiavi progettata per conquistare, asservire e sterminare la razza Bianca; alcuni trasparenti tentativi per legare insieme i Testamenti.

L’Ebraismo ha rubato la Stella di David dagli adepti Ariani nei Misteri. Hanno rubato un’identità dai miti di Israele dell’Antico Testamento, essendo stati creati questi miti da adepti Ariani. Hanno distrutto il sogno di una libera republica Ariana chiamata America. Usando gli Illuminati, corruppero le maggiori logge della Massoneria e neutralizzarono l’opposizione alla tirannia. Ora la "squadra e il compasso" sono al servizio del caos e della distruzione. Le sette stelle sono divenute gradi di perversione. La Vergine del Mondo non è più fertilizzata da Hermes, ed i Misteri di Horus muiono nel suo grembo. Artigiani ingannati cercano inutilmente in Oriente la Parola Perduta, mentre rinchiudono la chiave in una prigione Occidentale. I figli delle vedove parlano del Gran Matematico-Geometra dell’Universo, eppure non sanno nulla della geometria nelle Sette Meraviglie del Mondo Antico, o della geometria nelle Sette Piazze Magiche, o dei Sette Spiriti di Dio o dei Sette Sigilli della Rivelazione. Loro leggono da una bibbia costruita da un adepto gnostico (Wotanista) chiamato Francis Bacon, e non hanno nessuna idea dei reali significati. I versetti 2:17 e 3:12 della Rivelazione dicono loro che Dio avrà un nuovo nome scritto in “A White Stone”. Un semplice anagramma che svela ed evidenzia chiaramente la frase "THEE IS WOTAN."

Hanno una bibbia, la versione di Re Giacomo in lingua inglese, costruita come una bomba ad orologeria per distruggere il Giudeo-Cristianesimo, ma loro non conoscono la chiave o i codici. Così, le fatiche di Bacon e degli altri Adepti furono senza ricompensa, non riconosciute e incompiute. In verità, la moderna Massoneria è un figlio degenerato ed immeritevole di nobili genitori.

Dalle fiamme di Waco, Amburgo, Dresda, e così via, le voci di un milione di bambini gridano con inimmaginabile dolore, come i loro corpi innocenti sono stati arrostiti vivi. La nuova inquisizione dell’FBI e di una moltitudine di diavoli Federali, ride sul “vero barbecue Texano”, come loro chiamarono i fatti di Waco. Nel frattempo, ubriachi alla Veterans of Foreign Wars Hall sbevazzano il loro liquore e si vantano di come hanno distrutto il difensore della razza Bianca in Germania.

Con buona speranza, né la Grande Fratellanza Bianca, né la Natura di Dio, tollereranno ancora per molto questa assoluta perversione. E’ necessaria una grande pulizia e nessuna misericordia può essere mostrata a coloro che negarono le Leggi della Natura del Creatore. Questo tempo di difficoltà, noto come Ragnarǫk, Armageddon, Giorno di Kalki e altri nomi, deve spazzare via gli sporchi veleni dell’avidità, della costrizione, della compassione mal riposta e della cosìdetta civiltà.

Un governo di eletti filosofici, guidato dalla ragione e dalle Leggi della Natura diverrà, un giorno, una realtà. Scegli ora tra la Natura del Dio della Ragione e gli Dei artificiali del tiranno della fede. Il primo è lotta e vita all’interno della realtà di questo mondo. Il secondo è continua schiavitù e infine morte per gli Ariani, che tutta la storia proclama come Maestri Costruttori.


Vox Insana  /  30.3.14
La Golden Dawn, una confraternita dove si praticava la magia rituale soprattutto a sfondo sessuale, è una delle più importanti Società Segrete che hanno operato a cavallo tra XIX e XX secolo. La sua influenza si è estesa grazie ai personaggi famosi che ne hanno fatto parte, soprattutto in Gran Bretagna dov'è sorta, ma anche nella Germania nazista. Essa ha largamente contribuito alla diffusione dell'occultismo, della droga e del neo-paganesimo, oggi così in voga. La si incontra di tanto in tanto anche nel mondo convulso della musica, grazie all'affiliazione a questa sètta del mago nero Aleister Crowley, il "santo patrono" del rock'n'roll.

Virulento pollone generato dall'albero rosicruciano, l'Hermetic Brotherhood of the Golden Dawn (Fratellanza Ermetica dell'Alba d'Oro) nacque nel 1887 a Keighley, città presso Manchester, dichiarando per bocca dei suoi fondatori di voler praticare in modo più efficace la via attiva della magia nella fedeltà all'ideale insegnato dai RosaCroce del XVII secolo. Nel 1888, venne costituito il primo tempio della Golden Dawn a Londra, col nome di Isis-Urania, ove si praticava il culto di Iside organizzato sulla base del libro "Iside svelata" che la Blavatsky scrisse nel 1877, in cui  l'occultista russa lanciava un appello all'aristocrazia britannica perché si organizzasse in una setta sacerdotale di Iside. 

Altri templi della Golden Dawn vennero costruiti a Bradford (Tempio di Horus), a Edimburgo (Tempio di Amon-Ra) e nel 1894 a Parigi (Tempio di Ahathoor).

La società comprendeva tre Ordini e undici Gradi.

  • Il primo chiamato "Golden Dawn in the Outer", il cerchio meno esoterico, più esterno, articolato nei cinque gradi inferiori.
  • Il secondo "Ordine della Rosa Rossa e della Croce d'Oro" con tre Gradi intermedi.
  • Il terzo Ordine era riservato ai Capi Segreti con i tre gradi di Magister Templi, "Magus e Ipsissimus".

Il nome della Golden Dawn si accompagnava sempre al suo equivalente ebraico "Chehreth Zerech aur Bokher", mentre il simbolismo si riferiva a quello in uso presso gli egizi, i greci, la mitologia indù e, naturalmente, alla Cabala ebraica. Anche nella Golden Dawn, come nel Martinismo, i veri capi erano ritenuti i Superiori Incogniti, degli esseri invisibili che, senza corpo fisico, trasmettono però dei poteri a degli adepti. La Golden Dawn intratteneva stretti rapporti con la Stella Matutina, una delle più chiuse società luciferiane, ristretto cenacolo di maghi a loro volta legati alla Società Teosofica

Fra i personaggi di spicco della Golden Dawn un posto particolare è occupato da Samuel Liddell Mathers alias Conte di Gleustroé, alias MacGregor Mathers. Versatissimo in scienze occulte, fu teosofo e membro del cerchio interno dell'Ordo Templi Orientis (O.T.O.), società di derivazione illuminatica rosicruciana in cui si praticava una magia sessuale di importazione orientale conosciuta anche come magia rossa o tantrica. Mathers viveva a Parigi con la moglie Moina, una medium sorella dell'israelita Henri Bergson - filosofo dei modernisti - primo presidente del Comitato di Cooperazione Intellettuale di Parigi (una sezione della Società delle Nazioni), prefigurazione dell'U.N.E.S.C.O. 

Nel 1900, fu sempre Mathers che iniziò a Parigi il più famoso mago nero del secolo, il martinista Edward Alexander (Aleister) Crowley, vescovo della Chiesa Gnostica e gran dignitario del Rito egizio di Memphis-Misraim fondato da Marc BédarrideDi lì a poco, comunque, fra i due si sarebbe prodotta una profonda e insanabile frattura. Crowley era fieramente anticristiano e amava definirsi, secondo il testo dell'Apocalisse, "La Grande Bestia", siglando i propri scritti col numero dell'Anticristo 666.

Crowley fu il riorganizzatore, verso il 1921, dell'Ordo Templi Orientis, colorando di nero la magia sessuale praticata dadi adepti del Tempio. L'influenza della Golden Dawn sulle vicende europee fu delle più importanti: basti dire che alcuni autori ritengono sia stata "il lievito del nazismo" e che dalle sue fila uscissero parecchi capi storici del movimento. A riprova è ancora Werner Gerson (pseudonimo del martinista Pierre Mariel) che riporta il fatto paradossale di una Gestapo che perseguitava in modo spietato le Logge delle Massonerie inferiori e giammai effettuò anche una sola perquisizione nel Tempio della Golden Dawn sito nel cuore medesimo di Berlino. Lo stesso Crowley, morente per droga nel 1947, ostentava ancora una profonda simpatia per Sir Oswald Mosley, membro della Fabian Society (l'ala socialista del mondialismo) e capo dell'allora partito fascista britannico.

Il ruolo della Golden Dawn nella diffusione e creazione della "cultura" della droga, di cui oggi stiamo vivendo ormai la fase parossistica, fu dei più significativi. Dalle sue fila uscì Aldous Huxley, fratello di Sir Julian Sorell Huxley, primo direttore generale dell'U.N.E.S.C.O. Aldous Huxley, assieme al fratello Julian, ebbe ad Oxford per tutore Herbert G. Wells membro a sua volta della Golden Dawn, che lo presentò ad Aleister Crowley. Nel frattempo Aldous era stato iniziato ai "Figli del Sole", setta dionisiaca cui appartenevano i figli delle élites della Round Table britannica. Aleister Crowley lo introdusse nella Golden Dawn e nel 1929 gli fece conoscere le droghe psichedeliche, e verso la fine degli anni '30, Huxley, assieme a Christopher Isherwood, Thomas Mann, e sua figlia Elisabeth Mann-Borghese, gettò le basi di quella che sarebbe stata la cultura dell'LSD, nell'ambito del culto di Iside

Il citato libro "Droga S.p.A." afferma che il lancio dell'LSD come strumento di fermentazione della gioventù - un prodotto della casa farmaceutica Sandoz di proprietà dei finanzieri israeliti Warburg - avvenne attraverso Aldous Huxley, il rettore dell'Università di Chicago Robert Flutchins, (a partire dalla fine degli anni Cinquanta anche grazie a figure come Timothy Leary, il guru dell'LSD che operava strettamente con Huxley), e Allen Dulles capo della CIA, e nell'ambito di un piano posto in essere dalla stessa CIA nel periodo compreso fra il 1948 e il 1962, denominato MK-Ultra, teso al controllo della mente umana, percorrendo vie affatto nuove quali la diffusione massiva della pornografia e della droga. Dalla stessa fonte si apprende che dai culti di Iside sorti nel frattempo in California, emersero personaggi come Gregory Bateson, il creatore degli hippies, e Ken Kesey, autore del romanzo "Qualcuno volò sul nido del cuculo", e fondatore del gruppo di iniziati all'LSD The Merrv Prankster (Il burlone felice) che diffusero negli U.S.A. la controcultura del disimpegno morale, dell'acid rock e della droga.

Membri eminenti della Golden Dawn furono Israel Regardie, israelita inglese, segretario di Crowley e autore del libro "The Golden Dawn" autentica summa di teurgia cabalistica; l'attrice Florence Farr, intima amica di George Bernard Shaw; Gerald Kelly, presidente della Royal Academy (la cui sorella sposò Crowley); Arthur Edward Waite, massone fondatore della Fellowship of the Rosy Cross (Confraternita della RosaCroce) e direttore di un Ordine rosicruciano "interno" ultrasegreto, chiamato "Ordo Sanctissimus Rosæ et Aureæ Crucis", il cui numero di membri non poteva superare la mezza dozzina.

Molti membri erano poeti; Thomas Stearns Eliot e William Butler Yeats, Bram Stoker (creatore del personaggio Dracula), Herbert G. Wells (uomo legato all'Alta Finanza mondialista), Arthur Machen (lo scrittore inglese per il quale le uniche realtà che contavano erano la santità e stregoneria, mentre chi non apparteneva a queste due categorie era per lui un "trascurabile), Rudolph Hess (gerarca nazista) assieme a Karl Haushofer (teorico dello "spazio vitale" germanico), col figlio Albrecht e, si dice - ma la notizia è priva di probanti conferme - lo stesso Adolf Hitler.


Previous Post Home

Search

Note Legali: Ai sensi della Legge 7 marzo 2001 n.62, il presente blog, non rappresenta una testata giornalistica in quanto verrà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini qui inserite sono nella maggior parte tratte da internet; se qualche immagine violasse i diritti d'autore, comunicatelo e sarà immediatamente rimossa. Gli Autori degli articoli dichiarano di non essere assolutamente responsabili di eventuali commenti nei post, nè per i contenuti dei link esterni presenti in questo blog. Il proprietario del sito non è responsabile e non ha assoluto controllo sugli articoli di cui non é autore. Per quel che conta, si fa riferimento alla Costituzione della Repubblica Italiana Art. 21: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione".